OUR SOUND ENGINEER

Alessandro Quadraccia

La mia esperienza in campo musicale inizia quando i miei zii mi regalano una chitarra classica e quando i miei genitori mi informano  che Valter Vincenti mi darà lezioni di chitarra. Poche lezioni, 8 al massimo, e capisco che non è il mio strumento. Valter mi dice che ho un buon senso ritmico e aggiunge: hai mai pensato di suonare la batteria? Quelle parole accesero in me una passione che avevo sin da bambino. Chiedendo in giro dove potessi prendere lezioni di batteria uscì un solo nome: Valter Sacripanti. Con la batteria va decisamente meglio e in poco tempo sono in grado di formare la prima band e da subito siamo pronti per le prime serate. Come spesso accade nelle band c’è bisogno di qualcuno che si occupi della fonia, che a quel livello è più che mai far in modo che il cantante si riesca a sentire sopra il fracasso degli ampli e della batteria. Decido di occuparmene e così scopro un’altra grande passione della mia vita. Ricordo quando comprammo il primo mixer, che era un Caboltron, e le prime casse, rigorosamente artigianali, da un nostro concittadino che faceva il fonico in un locale… passavo delle ore a “smanopolare” per capire cosa succedesse girando tutte quelle manopole… ero tornato bambino. Ricordo anche che per andare a suonare dovevo fare sempre 2 viaggi… uno per la batteria e uno per il mixer e le casse.

Di li a poco inizio a collaborare con il service di Amelia (Tutto in Musica) e grazie a Giorgio, il titolare, mi appassiono ancora di più a questo lavoro. Successivamente il mio maestro Valter Sacripanti mi fa conoscere l’allora fonico di Nek (al secolo Carlo Sferco detto X-Files) con il quale ho avuto il piacere e l’onore di confrontarmi e sentirlo all’opera. Mi arricchì molto quell’esperienza. Mi ritrovo però col tempo a fare tutt’altro (cameriere, tecnico informatico) e nel 2007 apro una mia attività nel ramo dell’ Informatica. La passione per la musica però non mi tiene mai lontano dai palchi, ne come musicista ne come fonico tanto che nel 2018 tento di entrare alla Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo (CN). Sostengo l’esame per tecnico del suono e il risultato va ben oltre le aspettative. Entro nei primi 14 e grazie a questo decido di mollare tutto per tentare di fare della mia grande passione un lavoro. Scelta difficile visti i tempi i la mia non proprio giovane età.

L’esperienza nella Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo è stata a dir poco travolgente. Ne esco arricchito sia sul piano professionale che su quello umano. Mi ha dato proprio ciò che mi mancava: conoscenza e metodo oltre alla possibilità di conoscere delle persone stupende (i miei compagni di corso) e dei professionisti del settore che riescono a trasmetterti tutta la loro conoscenza e passione per questo lavoro. E’ una scuola che consiglio a chi veramente vuole intraprendere questa carriera e non lasciare nulla al caso. Grazie all’APM ho avuto anche il piacere di conoscere da vicino la dB Technologies che ci ha ospitato per due giorni nella loro sede. Li abbiamo imparato come posizionare, allineare e tarare un impianto line array e devo dire che il loro nuovo VIO L212 mi ha colpito molto. Finalmente anche in Italia possiamo guardare alla qualità con un ottica diversa.

L’esperienza di stage prevista per i mesi estivi dalla Scuola mi ha portato prima a Terni presso la STAS S.r.l. e poi a Forte dei Marmi presso l’All Music Service e grazie a loro sono riuscito a fare molte esperienze live su palchi importanti e con strumentazione di serie A.

Ora, dopo essermi diplomato all’Apm, mi trovo con mio grande piacere, a collaborare con Valter Vincenti in questo meraviglioso studio e sono entusiasta dell’opportunità. Ne approfitto anche per ringraziare Fabrizio, il proprietario che mi ha accolto con molto entusiasmo. One More Dub è una struttura unica. Quando ci entri per la prima volta te ne innamori. Il mio desiderio qui è di poter mettere in pratica tutto quello che ho appreso e di riuscire a far uscire qualche bel disco. Mi piacerebbe poter seguire qualche artista, sia per la fase in studio che per i concerti live. E’ un obiettivo che mi sono posto per la mia carriera.